Ritorniamo soltanto parzialmente soddisfatti dal Ansgar Fighting League 19 svoltosi il 30 Marzo scorso a Las Palmas sull’isola di Gran Canaria in Spagna. I nostri Eris Dano e Simone Bartoli riescono a portare a casa rispettivamente solo un pareggio ed una sconfitta, risultati che alla luce delle loro prestazioni, anche considerando che era la loro prima esperienza internazionale e che si scontravano con due beniamini locali, ci lasciano insoddisfatti e con un pò di amaro in bocca.   

Il primo ad entrare in gabbia è Simone Bartoli contro Iban Hernandez, il match è dall’inizio intenso e convulso con continui ribaltamenti di fronte che accendono il pubblico che affolla il Centro Insular de Deportes. Un errore di Bartoli a metà primo round decide la sorte del match: uno sbaglio su un tentativo di takedown lo espone a una posizione di pericolo da cui è costretto ad uscire a tutti i costi ed in tutti i modi ma così facendo si espone ad una submission (arm-bar) di cui Hernandez si dimostra un vero maestro. Rimane la certezza di avere affrontato un ottimo avversario ma di certo non superiore a noi e il rimpianto che con più calma, freddezza e raziocinio il match sarebbe stato aperto a qualsiasi risultato compresa la nostra vittoria.

Eris Dano affronta il Canario Sebas Santana che si presenta con in curriculum il doppio dei suoi incontri ed un record molto positivo pari a 5-1-0. Il tifo dimostra quanto Santana sia un idolo locale, il pubblico è tutto dalla sua parte e alla fine dei giochi sembra che anche arbitro e giudici simpatizzino per lui. Il match si svolge sull’intera distanza dei 3 round previsti rimanendo per i primi due round sostanzialmente equilibrato con Dano più incisivo sullo striking e Santana più efficace nel grappling. Il terzo round è differente: Dano continua ad esprimersi meglio in piedi ed a portare più colpi a segno, inoltre realizza un ottimo takedown e chiude round e incontro dominando nettamente in ground n’ pound, arrivando vicino alla chiusura prima del limite. Siamo sicuri di aver vinto, seppur di poco e sul filo di lana ma di avercela fatta, e rimaniamo delusi quando il match viene decretato un pareggio.

Un ringraziamento a Fran Montiel e a tutto lo staff di AFL per la professionalità dimostrata e l’occasione concessaci. Un ringraziamento speciale al meraviglioso staff di coach DOG EAT DOG che svolgono un lavoro preziosissimo e che con le loro qualità continuano a trasmettere valori tecnici ed umani ai nostri atleti sempre più importanti. I complimenti ad entrambi i nostri atleti Eris Dano e Simone Bartoli per la passione, l’impegno e la dedizione che dimostrano ogni giorno in allenamento ed ogni volta in combattimento.